Tuesday, October 28, 2008

Van Gogh e i colori della notte


Questo è il titolo della mostra attualmente in corso al Moma di New York. Capiterà di parlare della centralità de "La sedia di Gauguin" del 1888: illustra perfettamente la crisi, il problema, il nocciolo della ricerca artistica di van Gogh. La mostra è molto buona perchè oltre ad avere una serie considerevole di quadri e diversi capolavori affronta un "Tema" poco battutto. Appunto quello della notte in Van Gogh. I tre curatori  organizzano una serie di stanze in cui l'argomento è affrontato sotto angoli tematici diversi,  non rigidamente cronologici.
Nella prima infatti anche se ci sono paesaggi notturni e crepuscolari del primo periodo (tra cui un quadro nascosto in un piccolo museo del presbiterio a Nuenen mai visto) esiste anche uno stupendo paesaggio di Auvers sur Oise dipinto a poche settimane dal suicidio.
Nelle altre stanze i temi dei contadini (il celebre Mangiatore di patate) e poi dei seminatori e ancora la vita notturna dei bar di Arles o del Rodano di notte. Tutto termina con la stanza con la notte stellata e poi, naturalmente, la sedia di Gauguin. Come fare avere alla notte i colori, come farla luminosa rimanendo notte emerge con evidenza. ma appunto è solo una piccola parte del più grande motivo di Van Gogh..... Questo post mi dà l'occasione di segnalrvi la possibilità di vedere la mostra almeno on line e il sito per excellence di Van Gogh

0 Comments:

Post a Comment

<< Home