Sunday, February 26, 2017

Re: Jo Coenen martedì 28 febbraio aula v1 via gramsci o

Ho conosciuto Cohenen quando visitai la sua opera appena finita! Mi piacerebbe passare e forse ci riesco... altrimenti vi prego di portare i miei (e del DiAP) più cordiali saluti. Buona domenica atutti! OC


Orazio Carpenzano
Direttore del Dipartimento di Architettura e Progetto DiAP
Sapienza, Università di Roma
Via Flaminia, 359   00196 Roma 



Da: Antonino Saggio <antosag@gmail.com>
Inviato: sabato 25 febbraio 2017 19.21
A: Nilda Valentin; Graziano Valenti; Nicoletta Trasi; Nicoletta Trasi; Zeila Tesoriere; Simona Salvo; Antonino Saggio; Antonino Saggio; Antonino Saggio; Antonino Saggio; Antonino Saggio; Antonino Saggio; Antonino Saggio; Antonino Saggio; Antonino Saggio; Piero Ostilio Rossi; Renato Partenope; Domizia Mandolesi; Domizia Mandolesi; Renzo Lecardane; Filippo Lambertucci; Rossella Laliscia; Andrea Grimaldi; Paola Gregory; Antonella Greco; Anna Giovannelli; Cherubino Gambardella; Gianluca Frediani; Paola Dell'Aira; Fabrizio De Cesaris; Alessandra de Cesaris; Alessandra Criconia; Orazio Carpenzano; Maurizio Bradaschia; Maurizio Bradaschia; Antonella Romano; Franco Purini; Alessandra Capanna; Guendalina Salimei Tstudio; Lucio Barbera; Lucio Altarelli; Roberto Secchi
Oggetto: Jo Coenen martedì 28 febbraio aula v1 via gramsci o
 
Cari colleghi del collegio,

Vi volevo raccomandare la conferenza di Jo Coenen, architetto olandese oggi 67enne che acquisì molta fama con la bella sede del NAI a Rotterdam circa trent'anni fa. La conferenza è il momento finale di un intenso workshop condotto nel nostro dottorato e promosso dalle colleghe Alessandra De Cesaris e Domizia Mandolesi.
Io credo che sia un importante momento di confronto to e di incontro.

prof. Antonino Saggio
Coordinatore Dottorato in Architettura - Teorie e Progetto
Diap, «Sapienza» Università di Roma
via A. Gramsci 53, 00196 Roma I
+ 39 06 49919223
www.arc1.uniroma1.it/saggio
AntoSag@gmail.com

Studio
Piazza Grecia 69, 00196 Roma I
+ 39 06 97615923

Saturday, February 25, 2017

Jo Coenen martedì 28 febbraio aula v1 via gramsci o

Cari colleghi del collegio,

Vi volevo raccomandare la conferenza di Jo Coenen, architetto olandese oggi 67enne che acquisì molta fama con la bella sede del NAI a Rotterdam circa trent'anni fa. La conferenza è il momento finale di un intenso workshop condotto nel nostro dottorato e promosso dalle colleghe Alessandra De Cesaris e Domizia Mandolesi.
Io credo che sia un importante momento di confronto to e di incontro.

prof. Antonino Saggio
Coordinatore Dottorato in Architettura - Teorie e Progetto
Diap, «Sapienza» Università di Roma
via A. Gramsci 53, 00196 Roma I
+ 39 06 49919223
www.arc1.uniroma1.it/saggio
AntoSag@gmail.com

Studio
Piazza Grecia 69, 00196 Roma I
+ 39 06 97615923

Saturday, January 14, 2017

Pantheon e diritto alla cittadinanza

Ho scritto molto in questi giorni sul Pantheon.
Ecco una sintesi.

Pantheon è politikḗ (politica)

Siamo nel mondo della rete, nel mondo della globalizzazione, nel mondo della perequazione e si pensa che per guadagnare il denaro per il mantenimento del Pantheon bisogna vendere il biglietto "proprio li"?
Ma amici cari vi rendete conto!? Tutti sanno che guadagno in un posto e investo in un altro:  si chiama politica, arte della Polis, sarebbe.

............
Il ticket per entrare al Pantheon è provvedimento barbarico e incivile. Lo spazio interno del Pantheon è parte integrante della sequenza degli spazi urbani di Roma. La pianta del Nolli lo mostra, gli abitanti di Roma che potevano vivere una sequenza aperto, semi chiuso, chiuso sino alla dilatazione del grande occhio sgranato a misurarsi col cielo lo sanno bene. E i prossimi?
………………
Pantheon addio. Un altro pezzo dello spossesso degli spazi pubblici e dell'anima di questa città. Ci andavo quando volevo anche solo per leggere la più bella epigrafe mai scritta. A mente:
Qui giace Raffaello, quando lui viveva la natura aveva paura di essere sconfitta, oggi che è morto pare a lei di morire.
………………
Alcuni spazi urbani creano la cittadinanza di Roma!
A volte il mondo ci fornisce inaspettate conferme! Tomaso Montanari che stimo molto dice che il Pantheon deve rimanere gratuito perché "è scuola di memoria e cittadinanza" Ecco la parola che mi mancava nel cercare di spiegare perché il Pantheon aperto e pubblico, la visita a Raffaello, la sequenza urbana per finalmente capire il cielo deve rimanere libera. Il concetto può essere racchiuso in questa parola: cittadinanza!
………………
Oggi e domani per ragioni del tutto ovvie per chi segue questi post indosserò questa cravatta! Se mi incontrate e vi va fate così: mettete a formare una circonferenza pollice e indice attorno all'occhio destro. Vuol dire: l'occhio del Pantheon ci fa vedere il cielo! Ma lo potete fare anche da soli! Vi assicuro è magnifico!».
 

Questo il post principale con molti commenti


Saturday, December 17, 2016

Ipotesi sul dottorato di ricerca

Ipotesi sulla bellezza

Ascolta l'intervento di Antonino Saggio al Convegno valori e Bellezza Sapienza Facoltà di architettura


Friday, December 09, 2016

AntoSag/ Appunti di viaggio

AntoSag/ 1. Vento a Tindari
D'accordo Zaira, tanto non dormo. Ok Renzo sono felice che fai vedere i lavori dei tuoi studenti a Tindari. Quando me lo dicevi ti raccontai degli amici della Brigata di mio padre che scendevano giù per quei sentieri. Adesso vi racconto questa foto.
Eccoci qua tutti e tre. Mio padre, il senatore Raffaele Saggio che si era speso moltissimo per mettere quella lapide proprio a Tindari con la poesia "Vento a Tindari", e il Poeta Salvatore Quasimodo. Sotto io a 4 anni con due oggetti fondamentali: il bambolotto Gigetto (chissà perché ero così contento e affezionato a lui) e quella tavoletta. Sapete erano gli anni di Pollock e ci spalmavo plastilina colorata. Mio padre ricordo mi disse "Falla vedere a Quasimodo" e il Poeta certo gentile si chinò sul bimbetto. Siamo a casa nostra in via Magretti a Patti nell'autunno del 1959, i miei familiari e gli amici possono riconoscere l'angolo del tavolo.

Vedi foto e i commenti

AntoSag/ 2. Il primo strumento

Qualcuno ricordeerà forse la foto in cui mostravo al poeta Quasimodo una mia opera pollockiana. Alcuni giorni fa ho trovato l'antefatto. Eccola: si vede il mio caro zio Giancarlo Guarda, circa 29novenne che mi ha portato dall'America il mio primo strumento. Si tratta di alcune barrette di plastina, un oggetto di una modernità sconvolgente nel 1959. Mi insegna ad aprirlo, siamo a Patti. Si vede bene che ha addsso il suo adorato maglione finlandese, quando andò in pellegrinaggio a trovare Alvar Aalto - ma il maestro era un poco ...alto.. e fu una delusione. La foto è di mia zia Loretta Schaeffer Guarda, anche lei urbanista all'MIT. Uno delle foto pensa sempre ai soggetti ripresi e mai a chi generosamente ci guarda. Ma io vagamente la ricordo mia zia in quel pomeriggio: bella, che ancora non parlava italiano e che ci seguiva con evidentissimo amore.

Vedi foto e i commenti

Sunday, December 04, 2016

"The Ethno-State would be a safe space for Europeans. It would be ours"




"The Sunday Times" December 4, 2016
Richard Spencer, has found a super right, neo fascist party. They even have an uniform!! Read this terrifying article and you will realize a nightmare becoming true!  

Antonino Saggio, London December 4, 2016

Tuesday, November 15, 2016

Final Review a SCI-ARCH

In queta pagina alcune foto non pubblicate nell'articolo de l'architetto e i link ai post "Real Time" che hanno seguito la review.
Articolo su l'Architetto Ottobre 2015 (sui mobili scaricare l'app Apple, Android)
See the article in Pdf
For credits Just click on the image: Name of student-Name of Advisor


































FB Comment







Final Review a SCI-ARCH

In queta pagina alcune foto non pubblicate nell'articolo de l'architetto e i link ai post "real Time" che hanno seguito la review.

For credits Just click on the image: Name of student-Name of Advisor


































FB Comment