Saturday, October 31, 2015

Dopo quattro secoli Roma riscatta Annuccia (Anna Bianchini), l’annegata del Caravaggio nella Morte della vergine del 1605 grazie al progetto di laurea di un neo architetto.

Si chiamava Anna Bianchini, era una prostituta e Caravaggio lo sottolinea vestendola di rosso, che era il marchio imposto. Annuccia era incinta. Si è uccisa per questo non riuscendo a pensare ad un futuro per sé è il suo bambino?. Con ogni probabilità sì, e si è uccisa nel tratto dannato del Tevere appena fuori la Porta del Popolo vicino al loro ghetto.
Il giorno 29 ottobre 2015 Gabriele Stancato con Antonino Saggio relatore ha discusso alla Facoltà di Architettura di Roma Sapienza una tesi che riscatta, appunto dopo quattro secoli, la morte di Annuccia e quella di migliaia di derelitte abbandonate, madri incinte prostitute e ladre.
Propone per l’area del lungo Tevere tra il Pinedo e Ponte Margherita, un Istituto carcerario attenuato per madri detenute con bambini. E’ Unione europea che ce lo impone. il progetto di Stancato è una equazione matematica, è l’arringa di un tribuno, è l’indagine di un appassionato investigatore. Fa comprendere come questa proposta sia effettivamente importante, per la storia dell’area, per il suo stato assurdo di abbandono e degrado, per la necessità politica di dare un segnale di civiltà, per la presenza di tecnologie informatiche che lo rendono possibile e per la presenza di iniziative produttive che sviluppano concretamente il recupero delle madri detenute con il lavoro. L’Architettura e il progetto affonda nelle crisi e dà forza e coraggio. .. Studia tutto il progetto da qui
LINKhttp://www.arc1.uniroma1.it/saggio/Didattica/Tesidilaurea/Stancato/





0 Comments:

Post a Comment

<< Home